Le risorse in rete per lo storico dell’arte – II parte

a cura di Marco Rossati Dalla Torre

 

Premessa
Si presenta qui la seconda parte di un elenco di siti utili, scritto in origine per aiutare gli studenti di storia dell’arte più giovani a familiarizzarsi con le risorse disponibili in rete (la prima parte è apparsa in Giugno su Predella n. 23; a questa rimandiamo anche per l’Introduzione). Nei prossimi numeri di Predella verrà via via presentato il resto del documento (diviso complessivamente in cinque sezioni).
Una versione completa del file è già disponibile sul sito della Biblioteca della Scuola Normale Superiore Link : trovate il link del pdf ‘siti utili’ nel menu a destra): esso verrà progressivamente aggiornato e completato con le nuove segnalazioni pervenute. Ricordiamo inoltre che sul sito della Scuola è possibile trovare anche una ricca sitografia storico-artistica (già curata da Claudia Lamberti, ora a cura di Elisa Fiocchi), nella quale il nostro elenco è destinato ad essere fuso ed incorporato. Tale sitografia è suddivisa in quattro sezioni, elencate nel menu a sinistra: ‘Banche dati’, ‘Periodici elettronici’ e ‘CD-ROM in rete’  sono i siti  accessibili solo dalla rete della Scuola Normale Superiore di Pisa (non suddivisi per materia). ‘Altre risorse elettroniche’ sono invece quelle in libero accesso, raggruppate a seconda della disciplina.

 

Articoli, Fonti e Libri Scaricabili

 

Utile per trovare testi di vario genere (o per vedere in che testo si parla di un determinato argomento) è una funzione specifica di google:

Link

  • Per leggere e scaricare letteratura scientifica recente:

 

1)Link
JStor è veloce e ben scansionato. Serve soprattutto per scaricare riviste inglesi ed americane:
presenti ART BULLETIN, BURLINGTON MAGAZINE, JOURNAL OF WARBURG AND COURTAULD INSTITUTES, ARTIBUS ET HISTORIAE, DUMBARTON OAK PAPERS. Non è libero: quindi si può usare solo nella rete della Scuola e dell’Università.

 

2)Link (libri),Link(riviste),
Link
 Canalini, un rivenditore di libri, previa sottoscrizione di un contratto consente di leggere su Internet, scaricare e stampare una grandissima quantità di riviste, atti di convegno e anche libri, su argomenti molto disparati. La materia più rappresentata sembrerebbe infatti Storia, e in particolare l’ambito medievale: tuttavia cercando attentamente in questa grande quantità di materiale si trovano anche molte cose utili per storici dell’Arte in generale. L’interfaccia raggiungibile grazie ai primi due link è quella più funzionale, perché consente di lanciare una ricerca selezionando la materia desiderata. Le riviste vanno cercate solo per editore e titolo della rivista (non è stato effettuato lo spoglio degli articoli). Per quanto riguarda i libri il database fornisce anche i titoli di testi in commercio, non disponibili all’interno del sito. Se si desidera trovare solo i libri che si possono effettivamente leggere online, si deve barrare la casella  “Cerca solo i titoli con Fulltext”. Anche per i libri la ricerca è possibile solo per editore, titolo del libro o autore/curatore del volume; per le raccolte di saggi, infatti, non è stata effettuato lo spoglio dei singoli contributi (di conseguenza la ricerca per autore è possibile solo inserendo i nomi degli autori presenti sulla copertina del volume). Una volta trovato l’elenco dei volumi, bisogna cliccare sul titolo per arrivare ad una scheda specifica: per leggere il libro bisogna poi cliccare indice o testo completo alla voce Informazioni ulteriori.
Il terzo link sopra riportato permette invece di sfogliare il catalogo delle pubblicazioni presenti, suddivise per editore (i testi di ogni casa editrice sono, a loro volta, suddivisi per monografie, atti di convegno e periodici).
Gli editori più importanti coinvolti -molti universitari- sono i seguenti (segnalo tra parentesi alcuni testi che ritengo maggiormente interessanti):

Bulzoni (segnalo libri su Tiziano e i Gonzaga),
Carocci (soprattutto testi di Storia),
Clueb (segnalo: “Dal realismo al simbolismo : vicende e figure dell'arte postromantica europea” di Alfredo De Paz, “L’opera dell’Arte” di Gerard Genette),
École Française de Rome, tantissime monografie, mélanges e atti di convegni (nel gran numero segnalo solo “Émile Mâle (1862-1954): la construction de l'oeuvre; Rome et l'Italie”, “Francesco Salviati et la Bella Maniera”, “Pouvoir et édilité: les grands chantiers dans l'Italie communale et seigneuriale”),
Edizioni Ateneo (segnalo il convegno: “Ashes to Ashes, art in Rome between humanism and maniera”),
Istituti Editoriali e Poligrafici Internazionali, con la rivista “Letteratura & Arte”; nella rivista “Moderna” il secondo numero del 2004 è interamente dedicato a Warburg.
Plus (Pisa University Press: trovate il libro di Pierotti “Paradigmi di architettura”),
Firenze University Press, (trovate il libro “La valorizzazione economica del patrimonio artistico” di Lazzaretti),
Franco Angeli (solo riviste, Storia soprattutto),
Giardini,
Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento - Olschki,
Polistampa (già presente il catalogo della mostra “Cabianca e la civiltà dei Macchiaioli” a Firenze),
Rubbettino,
Salerno,
Stanford University (un volume di saggi su Athanasius Kircher),
Università degli Studi di Parma (dispense),
Viella (con la rivista di Bizzochi e Banti: “Storica”),
Vita&Pensiero (vi trovate gli atti del convegno: “Il teatro delle statue: gruppi lignei di Deposizione e Annunciazione tra XII e XIII secolo”).

Anche se potrebbe sembrare a pagamento (visto che segnala spesso il costo di ogni pagina di saggio) il sito è completamente gratuito; purtroppo, però, è piuttosto lento, e tutti i libri vanno scaricati articolo per articolo, o capitolo per capitolo; inoltre solo alcuni dei testi si possono salvare (per esempio “Letteratura&Arte” o “Moderna”): la maggior parte si possono scaricare e stampare, ma una volta chiusi non possono più essere riaperti (inoltre la maggior parte delle riviste sono presenti solo da una certa data in poi (in genere dal 2000).

3) http://content.cdlib.org/escholarship/


eScholarship Editions è un buon sito in cui alcune università americane hanno riversato molte delle loro pubblicazioni. Alcuni di queste sono riservate agli studenti delle medesime università, ma 518 sono assolutamente liberi e ben scansionati (anche se alcune immagini non risultano troppo grosse e leggibili: qualche problema si incontra con mappe o disegni, piante di edifici, ecc.). Per la storia dell’Arte sono in libero accesso 55 libri editi da California University Press; tra di essi segnaliamo:

- Myth, Meaning, and Memory on Roman Sarcophagi; di Michael Koortbojian
- The Arnolfini Betrothal. Medieval Marriage and the Enigma of Van Eyck's Double Portrait; di Edwin Hall
- Renaissance Paris. Architecture and Growth 1475–1600; di David Thomson
- Broken Tablets. The Cult of the Law in French Art from David To Delacroix; di Jonathan P. Ribner
- Early Gothic Saint-Denis. Restorations and Survivals; di Pamela Z. Blum
- Made in God's Image? Eve and Adam in the Genesis Mosaics at San Marco; di Penny Howell Jolly
- The Royal Image. Illustrations of the Grandes Chroniques de France, 1274–1422; di Anne D. Hedeman
- Giambologna Narrator of the Catholic Reformation; di Mary Weitzel Gibbons
- Imaging Aristotle. Verbal and Visual Representation in Fourteenth-Century France; di Claire Richter Sherman
- A Medieval Mirror. Speculum Humanae Salvationis 1324–1500; di Adrian Wilson&Joyce Lancaster Wilson

 

4) Tutti i libri in libero accesso di eScholarship sono stati riportati anche in Onlinebooks, un’interfaccia che segnala dove trovare più di 30.000 libri inglesi gratuiti (più di 200 titoli di Storia dell’Arte). Segnaliamo le opere di Walter Pater e John Ruskin.

http://onlinebooks.library.upenn.edu/

http://onlinebooks.library.upenn.edu/subjects.html 
(titoli di Storia dell’Arte)

 

5) Molti dei libri presenti su Onlinebooks sono ripresi da Project Gutenberg, un’altra grande biblioteca online, in cui, purtroppo, sembra impossibile raccogliere i titoli per temi. In più rispetto al sito precedente segnaliamo i libri di Bernard Berenson.

 http://www.gutenberg.org/wiki/Main_Page

 

6) Molto ricco di letteratura scientifica (anche di Storia dell’Arte) è Questia, con 67.000 libri e un milione e mezzo di articoli. È possible vedere l’elenco dei titoli ma per leggerli bisogna pagare un abbonamento (da 10 a 20 dollari al mese). Curiosamente sembra che questo Database si rivolga ai privati e non alle istituzioni (come invece fanno la maggior parte delle librerie digitali).

http://www.questia.com/Index.jsp

 

7) http://periodici.librari.beniculturali.it/

libri in libero accesso

La biblioteca di Archeologia e Storia dell’Arte di Palazzo Venezia a Roma (BIASA) ha scansionato un numero ingente di riviste italiane di argomento storico-artistico di fine ’800 e primo ’900 (l’elenco lo trovate al secondo link). Per utilizzarlo bisogna registrarsi su internet ed inviare successivamente un fax che confermi l’iscrizione (tutto ciò è gratuito). Una volta registrati potrete visualizzare gratuitamente molte scansioni di riviste di cui però solo alcune sufficientemente grandi da essere leggibili (per esempio “Dedalo” si può leggere, “L’Arte” pochissimo). Per poterle ingrandire di più e scaricarle bisogna invece pagare (in ogni caso tale anteprima può essere utile per rendersi conto se l’articolo in questione è davvero utile o no).

 

8) http://circe.lett.unitn.it/main_page.html
Link1 link2


Nel progetto Circe l’università di Trento ha scannerizzato 62 riviste culturali italiane del ’900 (oltre a dieci riviste futuriste). Il sito è in libero accesso ed è sicuramente utile e ricco; purtroppo, però, è piuttosto instabile e crea dei problemi al momento di aprire (ma anche ingrandire e ridurre) le immagini.

 

9) http://www.artivisive.sns.it/emporium.html

Un progetto nato all’interno del Laboratorio di Arti Visive della Scuola Normale ha portato alla scansione ad alta definizione della rivista italiana Emporium (1895-1964).
Altri i progetti previsti o già sviluppati dal laboratorio possono interessare in chiave di reperibilità di testi e informazioni bibliografiche (segnaliamo soprattutto: l’Archivio delle Analisi non-invasive, l’Archivio delle Stampe di Traduzione, le medaglie dei Papi,  la fototeca di Thode e D’annunzio al Vittoriale, il carteggio di Ugo Bernasconi, il Lessico visivo dell’Italiano nella critica d’Arte Contemporanea )

http://www.artivisive.sns.it/homepage.html (cliccare: programmi di ricerca).

http://www.artivisive.sns.it/collaborazioni.html (collaborazioni).

 

10) www.persee.fr

 Persée: necessario, ma gratuito, registrarsi. Molte riviste francesi ben scansionate liberamente scaricabili. Segnaliamo le famose “Annales” (dal 1960 al 1993) e la “Revue de l’Art” (dal 1985 al 1999): in quest’ultima non sono purtroppo sempre accessibili anche le fotografie.

 

11) http://www.cisapalladio.org/cisa/
annali.php?lingua=i&sezione=3

Gli ultimi volumi -dal 1998 in poi- degli Annali del Centro Palladio. Sono liberi, ma le immagini non sono scansionate a una qualità più alta del testo, e per questo risultano talvolta difficili da utilizzare (o da leggere, nel caso si tratti di disegni con annotazioni).

 

12) http://www.scriptaweb.it/labiblioteca/biblio.mv 

La Sapienza di Roma ha iniziato a pubblicare online dispense, saggi e riviste. Quest’ultime (come Rolsa, quella di Storia dell’Arte) sono gratuite. La maggior parte degli altri testi no (con alcune eccezioni: vedi per esempio gli studi in onore di Adriano Alpago Novello).
Nota: quasi tutti i saggi qui pubblicati non vengono spogliati da Kubikat ed essendo solo “print on demand” non si trovano nelle biblioteche comuni (e in realtà neanche al Kunsthistorisches Institut di Firenze).

 

13) http://www.doaks.org/

A Washington si trova uno dei più importanti centri di ricerca per l’Arte Bizantina (ma anche Arte Precolombiana e storia del Giardino del Paesaggio), con museo e biblioteca annessi. Il Dumbarton Oaks è nato grazie al lascito all’Università di Harvard della collezione iniziata dai coniugi Woods Bliss, e - oltre  a fornire borse e pubblicare una propria rivista - ha messo in libera consultazione sul proprio sito alcuni testi, tra cui un certo numero di annate dei suoi Papers (1999-2003). L’elenco si trova su:

http://www.doaks.org/Etexts.html

 

  • Per vedere su internet fonti antiche scansionate e trascritte (in quest'ultimo caso potete anche usare motori di ricerca per trovare cosa vi serve):

 
http://www.memofonte.it/?D=2

Memofonte: sito curato da Paola Barocchi con moltissime fonti trascritte e facilmente stampabili (Vasari, tutta la “Storia Pittorica” di Luigi Lanzi).

- Fonti trascritte in progetti nati nella Scuola Normale Superiore di Pisa:

1) http://fonti-sa.signum.sns.it/
WorkListByAuthorGroup1.php

Biblioteca dedicata alle fonti storico-artistiche da Signum (Centro di Ricerche Informatiche per le discipline umanistiche della Scuola Normale Superiore): Alberti, Armenini, Guglielmo Botti, Cesariano, Dolce, Filerete, Fra’ Giocondo, Gilio e altri. Il catalogo completo si trova su:
http://www.signum.sns.it/index.php?id=306

 

2) http://bivio.signum.sns.it/bvAuthorList.php?group=1

BIVIO (Biblioteca virtuale online). Altra biblioteca curata da Signum, in cui si possono trovare alcuni testi interessanti anche per uno storico dell’Arte (Giovio, Ripa – l’Iconologia - Varchi, Zuccari).

 

3) http://biblio.cribecu.sns.it/vasari/
consultazione/Vasari/indice.html

Le Vite del Vasari curate da Paola Barocchi: ci sono entrambe le versioni del testo (torrentiniana -1550- e giuntina -1568-) trascritte e presentate una sotto l’altra. Potete usare il motore di ricerca per vedere subito quante occorrenze ha una parola.

 

4) http://baldinucci.biblio.signum.sns.it/
baldinucci/html/index.html

Vocabolario toscano dell’Arte del Disegno di Baldinucci, a cura di Mirella Sessa.

 

5) http://pico.sns.it/ligorio2/ligorio.php?tipo=home

Pirro Ligorio e la storia cristiana di Roma, a cura di Carmelo Occhipinti. Il sito è ancora in lavorazione, ma si possono già leggere ampi brani delle “Antichità di Roma”, tratte dai manoscritti ligoriani di Oxford, Parigi, Napoli e Torino.

 

6) http://biblio.signum.sns.it/bellori/postIndex.html

Corpus dell’opera di Giovan Pietro Bellori, curato da Tomaso Montanari.

 

7) http://imagohistoriae.signum.sns.it/works.php 

Sempre a cura di Signum, su Storici italiani di Umanesimo e Rinascimento.
http://ferrovia.bncf.firenze.sbn.it/pelli/it/
PelliGiuseppeListOfWork.html

Su questo sito sono disponibili le “Efemeridi” di Giuseppe Pelli Bencivenni, che fu anche direttore della galleria degli Uffizi. Si tratta di un diario in cui è registrato un interessante spaccato della Firenze e dell’Italia del Settecento.

 

- Fonti scansionate da Heidelberg:

Presentazione:

http://www.ub.uni-heidelberg.de/Englisch/
helios/digi/digilit.html

http://www.ub.uni-heidelberg.de/Englisch/helios/
fachinfo/www/kunst/digilit/Welcome.html

 

1)http://www.ub.uni-heidelberg.de/helios/
fachinfo/www/kunst/digilit/gkg.html

In questo sito sono disponibili fonti importanti (Seroux d’Agincourt, Cicognara e altre in lingua originale, quindi talora in tedesco)

 

2)http://www.ub.uni-heidelberg.de/helios/fachinfo
/www/kunst/digilit/architektur/welcome

Fonti per l’architettura, in lingua originale, come i “Quattro Libri” di Palladio (o qualche volta tradotti in tedesco come nel caso di Scamozzi). Oltre ai testi di Heidelberg il sito segnala in un elenco parallelo (ciccare “angebote anderer Bibliotheken”) dove trovare scansionati altri testi lavorati da altre istituzioni (la maggior parte fa riferimento al sito francese Architectura, vedi sotto).

 

3)http://www.ub.uni-heidelberg.de/
helios/fachinfo/www/kunst/digilit/literatur.html

Alcuni volumi tedeschi soprattutto di Otto e primo Novecento.

 

4)http://www.ub.uni-heidelberg.de/
helios/fachinfo/www/kunst/digilit/fruehchristlich.html

Arte paleocristiana e bizantina (sezione iniziata da poco; già presenti i 3 volumi della Roma Sotterranea Cristiana di De Rossi)

 

5)http://www.ub.uni-heidelberg.de/
helios/fachinfo/www/kunst/digilit/weltausstellungen.html

Esposizioni Universali dell’Ottocento.

6) Nello stesso sito, uscendo dalla sezione dedicata alla Storia dell’Arte, si possono trovare moltissimi altri testi interessanti, tutti in libero accesso: manoscritti, incunaboli, fonti sulla storia di Heidelberg e la sua università, oltre a moltissimi testi di Archeologia (Furtwängler, Schliemann, Montfaucon; moltissimi saggi sugli scavi in Grecia ed Asia Minore).

http://www.ub.uni-heidelberg.de/Englisch/
helios/digi/digilit.html

Per gli storici dell’Arte medievale segnaliamo che nella sezione “manoscritti” si trovano due sottosezioni dedicate alla Bibliotheca Palatina e ai Codici Salernitani. Nella prima di queste si trova un comando per vedere tutte assieme le 6000 miniature dei codici, perfettamente scannerizzate e titolate.
Un altro comando indirizza direttamente al favoloso “Codice di Manesse” (http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/cpg848/), capolavoro della miniatura del ’300.
Il comando immediatamente al di sotto del precedente (Spätmittelalterliche Bilderhandschriften) introduce a una sezione didattica sulla storia della biblioteca e dei suoi codici.

 

- Siti francesi:

 

1) Architectura:

http://www.cesr.univ-tours.fr/architectura/Traite/liste.asp

Buon sito curato dai professori Pauwels e Lemerle dell’Università-Centro di Studi rinascimentali di Tours. Progetta di digitalizzare i trattati d’architettura di più di 140 autori dal ’400 al primo ’700, ma essendo ancora in costruzione ne presenta ‘solo’ una sessantina. Molti di questi sono presenti sia scansionati che trascritti, e tutti hanno una scheda di presentazione firmata con biografia e bibliografia.
Buona è anche la pagina di link agli altri database di libri scansionati.http://www.cesr.univ-tours.fr/architectura/Traite/liens.asp

 

2) Bibliothéque numèrique INHA:

http://bibliotheque-numerique.inha.fr/
home.cfm?CFID=20777&CFTOKEN=28854664

Grande database di libri, manoscritti, stampe, disegni e fotografie (200.000 scansioni, per il 70% di libri). Sono tutti di interesse storico-artistico e divisi per macrocategorie, prive però di un indice generale condensato in un’unica pagina (come avviene, invece, nei siti curati da Heidelberg). Un primo gruppo di libri è quello dei cataloghi del Louvre anteriori al 1920; il secondo grande gruppo è quello dei ‘classici’ della Storia dell’Arte, dell’Architettura e dell’Estetica; insieme ad essi si trovano anche: guide di Parigi, libri su feste e cerimonie (33 volumi), sui giardini (23 unità), sull’Archeologia (83 volumi tra cui Ligorio, Poldo d’Albenas, Montfaucon, Caylus).

Tra tutti segnaliamo i libri che ci sembrano più importanti per uno storico dell’Arte.

‘Vite’ e materiale per la storia della pittura:

- Le livre des peintres, di Karel Van Mander (1548-1606)
- Entretiens sur les vies et sur les ouvrages des plus excellens peintres anciens et modernes, di André Félibien (1619-1695)
- Oeuvres diverses, di Roger de Piles (1635-1709)
- Molti volumi di Procès-verbaux de l'Académie royale de peinture et de sculture
- Histoire abregée des plus fameux peintres, sculpteurs et architectes espagnols di Palomino, Antonio (1653?-1726)
- Abrégé de la vie des plus fameux peintres di Antoine Joseph Dezallier d'Argenville (1680-1765), illustrato da François Boucher.
- Vie des peintres flamands, allemands et hollandois (4 vol); Voyage pittoresque de la Flandre et du Brabant; di Jean-Baptiste Descamps (1706-1791),
- Peintres flamands, di Jean Baptiste Pierre Lebrun (1748-1813)

 

Opere antiquarie o geografiche:

- Libro di M. Pyrrho Ligori napolitano, delle antichità di Roma, di Pirro Ligorio (1510-1583)
- Discours historial de l'antique et illustre cité de Nismes, di Poldo d’Albenas (1508-1580)
- Speculum Romanae magnificentiae, di Antoine Lafréry (1512-1577)
- Premier volume des plus excellents bastiments de France, di Jacques Androuet du Cerceau (1510?-1585?)
- Flandria illustrata, di Antoine Sanderus (1586-1664)
- Les monumens de la monarchie françoise (5 tomi), di Bernard de Montfaucon (1655-1740)
- Lettres familières, di Johann Joachim Winckelmann (1717-1768)
- De l'allégorie, raccolta di scritti sull’argomento di Winckelmann, Addison, Gibbon e altri
- Collection of engravings from ancient vases, di Sir William Hamilton (1730-1803)
- L'art de voir dans les beaux-arts: suivi des institutions propres à les faire fleurir en France; et D'un état des objets d'arts dont ses musées ont été enrichis par la guerre de la Liberté, di Francesco Milizia (1725-1798)
- Le Jupiter olympien ou L'art de la sculpture antique considéré sous un nouveau point de vue, di Quatremère de Quincy (1755-1849)
- Musée des monumens français au Description historique et chronologique des statues (7 tomi), di Alexandre Lenoir (1761-1839)

 

3) Gallica e Mandragore:

http://gallica.bnf.fr/

La Biblioteca Nazionale di Francia ha scansionato un numero ingente di riviste francesi di fine ‘800 e inizio ’900 (qualcuna -ma non molte- raggruppate nella categoria 'Arts': segnaliamo il “Bulletin Monumental”) e un gran numero di libri (segnaliamo i “Salons” di Diderot, da trovare all’interno delle sue “Ouevres complètes”, tomi 10-13).
Andare su Recherche per i libri; per le riviste Recherche, poi selezionare Périodiques.
Cliccando più in basso su Manuscrits si accede a un buon database di miniature ben scansionate.
Grazie al motore Mandragore si può fare un’accurata ricerca iconografica all’interno dei manoscritti conservati nella biblioteca.

http://mandragore.bnf.fr/html/accueil.html

 

- Siti inglesi o americani:

1)http://warburg.sas.ac.uk/mnemosyne/
DigitalCollections.htm
 

Molto materiale su Storia dell’Arte e altre discipline si trova scansionato nella ‘digital collection’ del Warburg Institut.

 

2)http://www.lib.virginia.edu/rmds/
collections/gordon/index.html
 

“The Renaissance in print”. Opere del Rinascimento francese della collezione Douglas Gordon nella Biblioteca dell’Università della Virginia. C’è una sezione specifica sull’architettura con trattati di Sagredo, Vitruvio, Du Cerceau e Sambin.

 

- Siti spagnoli:

 

1)http://www.cervantesvirtual.com/
FichaClasificacionMaterias.html?Ref=7&idGrupo=Facsimil

La biblioteca virtuale Cervantes è un grande sito che raccoglie i principali database di biblioteche spagnole. Il link indicato è quello della cartella sui libri di interesse storico-artistico.

 

2)  http://fondosdigitales.us.es/books/list_books_by_group?oid=19

La Biblioteca dell’Università di Siviglia ha scansionato in bianco e nero una grande quantità di libri, incunaboli e manoscritti (soprattutto del XVI secolo). Si segnalano una trentina di trattati di interesse storico-artistico e soprattutto architettonico.

 

  • Per leggere e scaricare fonti non prettamente artistiche:

- Fonti su letteratura scientifica di argomento storico (soprattutto medievale):

 

1) http://www.uan.it/alim/letteratura.nsf 

Fonti documentarie e letterarie per la latinità italiana del Medioevo.

 

2) La Bayerischen Staatsbibliothek di Monaco ha già scansionato abbastanza materiale da creare una collezione digitale davvero notevole. Segnaliamo il link di tutti i progetti, quello con l’elenco cronologico dei manoscritti scansionati e quello delle 150.000 pagine di Monumenta Germaniae Historica già digitalizzati (la fine del progetto è prevista per il 2010).

http://www.muenchener-digitalisierungszentrum.de/
index.html?c=sammlungen&l=de

http://mdz10.bib-bvb.de/~db/ausgaben/uni_ausgabe.html?
recherche=ja&ordnung=chrono&projekt=1157525559

http://www.dmgh.de/

 

3)  http://www.storia.unifi.it/_RM/RM-Home.htm

Reti medievali, iniziative online per gli studi medievistici” è un ottimo sito ricco di moltissimo materiale utile ai medievisti, soprattutto letteratura scientifica recente. Le sue principali attività sono le seguenti:
-Pubblica online monografie e quaderni:
http://www.storia.unifi.it/_RM/e-book/monografie.htm
-Raccoglie in una biblioteca molti testi cartacei trascritti o scansionati da Reti Medievali o da altri progetti ai quali si rimanda con un link.
http://fermi.univr.it/RM/biblioteca/default.htm

 

- Fonti storiche su Pisa:

 

1) http://dante.di.unipi.it/ricerca/pisatutti.html  

     (include: Pisa illustrata di Da Morrona; presenti anche testi su Ferrara e opere di Dante)

 

2)http://www.stilepisano.it /
antichidocumenti/antichi_documenti.htm

 

3)http://www.stilepisano.it/Pisa_storia/
indicepisastoria.htm

Occorre osservare che il primo è un sito curato dall'Università, è piuttosto chiaro e sembra abbastanza affidabile; gli altri due sono siti amatoriali, che possono sempre rivelarsi utili, ma non si possono usare come bibliografia e vanno sempre controllati con una ricerca in biblioteca.

 

Avvertenza: i siti seguenti sono solo quelli liberamente accessibili su internet, sufficienti per gli autori importanti. Dalla rete della Scuola Normale Superiore di Pisa si possono sfruttare anche dizionari e database ancora più specifici, potenti e completi come Library of latin texts, Patrologia latina, Thesaurus linguae grecae, Library of the Catholic Reformation, Library of Classic Protestant Texts; o ancora utilizzare i cd Bibliotheca Teubneriana, Thesaurus Linguae Latinae per testi latini; Liz e Lira per letteratura italiana.

http://biblio.sns.it/it/risorseonline/
accessoriservato/banchedati/

http://biblio.sns.it/it/risorseonline/
accessoriservato/cdrom/

 

- Fonti classiche:

(per conoscere altre risorse in libero accesso utilizzare il sito della Scuola Normale:
http://biblio.sns.it/it/risorseonline/
pubblichepermateria/antichistica/
)

 

1) http://www.rassegna.unibo.it/autlat.html

Curato dall'Alma Mater di Bologna, consiglia quale sito sia meglio usare a seconda dell'autore latino cercato.

 

2) http://www.thelatinlibrary.com/

Per trovare un testo in latino è quasi sempre indicato.

 

3) http://www.perseus.tufts.edu/

È buono perché ti dà spesso anche la traduzione inglese, e contiene pure i testi greci.

 

4) http://www.bartleby.com/

Bartleby permette di leggere soprattutto letteratura inglese e testi classici tradotti (spesso con relativi introduzioni e saggi).

 

5) http://www.fh-augsburg.de/%7Eharsch/augustana.html

Vari testi di tante letterature antiche e moderne.

 

- Fonti italiane:

(per conoscere altre risorse in libero accesso è possibile utilizzare i due siti della Scuola Normale:
http://biblio.sns.it/it/risorseonline/
pubblichepermateria/letteratura/

http://biblio.sns.it/it/risorseonline/libroantico/ )

 

1) http://www.bibliotecaitaliana.it/dlib/catalogo/
 
Curato dalla Sapienza di Roma, libero, contiene molti autori italiani anche difficili da reperire (come umanisti e letterati del Cinquecento).

 

2) http://www.liberliber.it/biblioteca/index.htm

Molti testi italiani, non di autori recenti (perché coperti da copyright); a volte anche traduzioni italiane di autori in altre lingue (Cicerone, Shakespeare).

3) http://www.danteonline.it/italiano/home_ita.asp
 
Un buon sito dedicato all’opera di Dante con testi, bibliografia e scansioni (ma anche trascrizioni) di alcuni codici importanti.

 

 

Scarica in versione pdf