Predella
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Indice e rubriche In libreria
n° 29 In libreria

Italian Medieval Sculpture in the Metropolitan Museum of Art and the Cloisters

E-mail Stampa PDF

Italian Medieval Sculpture in the Metropolitan Museum of Art and the Cloisters di L. Castelnuovo-Tedesco e J. Soultianan, con contributi di R. Y. Tayar, Yale University Press and Metropolitan Museum, New York 2010

 

di Linda Pisani

 

ABSTRACT: The Metropolitan Museum of Art and the Cloisters host more than fifty medieval Italian sculptures. This article presents a critical review of the first, recently published complete catalogue of this impressive collection. According to the author of this review, the strenghts of the text are a useful, communicative approach and an effective dialogue between scientific analyses and historical studies. Furthermore, the review provides the reader with some up to date bibliographical addings and some different points of view in the evaluation of the attributions and in the cronology of some of the artworks included in the catalogue.

 

La collezione di scultura medievale italiana del Metropolitan Museum, divisa fra la sede centrale del Museo ed i cosiddetti Cloisters, è composta da ben 54 pezzi appartenenti ad un intervallo cronologico compreso fra il IX ed il XV secolo e provenienti da località distribuite lungo tutta la penisola. Essa fornisce un ottimo punto di osservazione sulla produzione scultorea medievale italiana soprattutto perché, per la maggioranza delle sue opere, è possibile ricostruire un preciso ambito di appartenenza.

Leggi tutto...
 

Elena Franchi, I viaggi dell’Assunta. La protezione del patrimonio artistico veneziano durante i conflitti mondiali

E-mail Stampa PDF

Elena Franchi, I viaggi dell’Assunta. La protezione del patrimonio artistico veneziano durante i conflitti mondiali, Pisa, Edizioni Plus, 2010

 

di Alice Parri

ABSTRACT: In her book Elena Franchi discusses the problems of preservation of italian cultural heritage during both World Wars, with a special focus on Venice and Venetian territory. The book is divided in two parts, corresponding to the First and Second World War. Each chapter is rich of documentation regarding the policies and actions made by Italian authorities to protect the cultural heritage, even the most fragile objects, such as Titian's Assunta (which also gave the title to the book). The lot of unpublished photographs, most of them coming from italian and American archives, is one of the most important features of the book.

 

Guerra e patrimonio. Questo il binomio sul quale l’autrice, che già in passato si era occupata del tema con particolare riferimento al patrimonio pisano (cfr. E. Franchi, Arte in assetto di guerra, Pisa, Edizioni ETS, 2006) torna, concentrandosi questa volta sui pericoli e le sorti dei beni artistici della città di Venezia minacciati dallo scoppio delle due Guerre. Argomento che, proprio per la città lagunare, ha suscitato negli ultimi anni un forte interesse coll’infittirsi di nuovi studi e mostre dedicate soprattutto alla Grande Guerra, ma che la Franchi tratta in questo nuovo lavoro secondo una prospettiva diversa, enunciata dalla stessa struttura del volume.

Leggi tutto...
 

Giuseppe Di Napoli, I principî della forma. Natura, percezione e arte

E-mail Stampa PDF

 

Giuseppe Di Napoli, I principî della forma. Natura, percezione e arte, Torino, Einaudi, 2011

 
di Francesco De Carolis

 

ABSTRACT: The review analyses Giuseppe di Napoli's last book on visual perception. Di Napoli's main thesis concerns the base level of the form and the way in which visual perception reacts to certain forms (geometrical, "abstract", etc.). Di Napoli studies in particular the relationship between Art and Nature, and the process through which the form from natural becomes artistic. The author takes into account how artists and philosophers considered this topic, quoting a rich literature, from Goethe to Focillon, from Schapiro to Klee, with a special regard to scientific research especially during the last Century.

 

Negli ultimi anni, e in maniera sempre più frequente, sono apparsi contributi inerenti i rapporti tra scienza e arte, che fanno di tale legame un ambito delle attuali metodologie di speculazione storico-artistica su cui riflettere con sempre maggior attenzione.

Uno degli ultimi casi è il libro di Giuseppe Di Napoli dal titolo I principî della forma. Natura, percezione e arte, edito da Einaudi nella collana PBE Nuova serie. Si tratta di un accurato studio su quelli che sono gli elementi fondanti delle forme naturali, della percezione e dell’arte, partendo, così come riportato dal titolo dell’Introduzione, dalla identificazione delle forme quali diagrammi di forze.

Leggi tutto...
 


kredi karti taksitlendirme escort bayan