Predella
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
n° 28, Figure

Catalogazione e digitalizzazione nella fototeca di Villa I Tatti: le fasi di un progetto

E-mail Stampa PDF

di Elisabetta Cunsolo*

 

La fototeca di Bernard Berenson a Villa I Tatti

 

Furono molti gli studiosi che nella seconda metà dell’800 si resero conto di quanto lo sviluppo della fotografia potesse contribuire alla crescita di una nuova e più moderna storia dell’arte. Luca Beltrami (1854-1933), ad esempio, aveva iniziato molto presto a raccogliere riproduzioni fotografiche di documentazione per i suoi studi e lavori, le quali confluirono poi nella raccolta del Civico Archivio Fotografico del Castello Sforzesco di Milano di cui divennero nel 1926 il nucleo iniziale. Giulio Cantalamessa (1846-1924) fece lo stesso nel 1906 quando, trasferendosi a Roma, decise di donare la propria raccolta fotografica alle Gallerie dell’Accademia di Venezia di cui era diventato curatore nel 1894.
Leggi tutto...
 

Il libro antico nelle biblioteche digitali: quando l'editio princeps è un PDF

E-mail Stampa PDF

di Caterina Cerminara

 

 

L'operazione sa un po' di ossimoro: il libro antico in versione digitale, da Gutenberg al PDF tralasciando due secoli di stampa meccanica.

Scopo della nostra ricerca è fornire una panoramica dell’offerta in rete di libri antichi in versione digitale. L'intento non è quello, utopistico a dir poco, di realizzare un censimento delle biblioteche digitali legate al libro antico. Proporremo solo una piccola scelta di siti che ci sono sembrati interessanti per qualche motivo: l'istituzione che li ha realizzati, la tipologia delle opere che possiedono, l'elevata tecnologia con cui sono stati digitalizzati ecc. Per libri antichi si intendono le edizioni stampate tra il 1455 e il 1830.

Leggi tutto...
 


kredi karti taksitlendirme escort bayan