a cura di Gerardo de Simone

MOSTRE in Italia

Aosta
Il futurismo russo. La sfida dell'Avanguardia. Museo Archeologico Regionale, fino al 7 aprile, orario 9-19.
Dal 1908, anno del manifesto poetico di Chlebnikov, al 1930, anno del suicidio di Majakovsky, attraverso duecento opere, anche di arti applicate: storia di una grande avanguardia, ancora poco nota e studiata.


Bologna
La natura della natura morta. Da Manet ai nostri giorni, fino al 24 febbraio, Da Fox Talbot ai giorni nostri, fino al 1o aprile, Galleria d'Arte Moderna.
Il genere per eccellenza della meditazione artistica novecentesca, a partire dalla rottura con l'Accademia di Manet fino ad oggi, passando per CÚzanne, Gauguin, Picasso, de Chirico, il
genius loci Morandi, la Pop Art e il Concettuale.

Cremona
Capolavori della Suida-Manning Collection. Museo Civico Ala Ponzone, v. Ugolani Dati 4, fino al 28 aprile 2002, orario 9-19, chiusa lunedý, tel. 0372 31222.
Per la prima volta in Italia i dipinti italiani del Cinque e Seicento appartenenti alla collezione dell'UniversitÓá del Texas di Austin.

Firenze
I mai visti. Capolavori dai depositi degli Uffizi. Reali Poste degli Uffizi, piazzale degli Uffizi, fino al 27 gennaio 2002, orario 9-19, chiusa lunedý, tel. 055 2654321.
Quaranta opere, tra pitture e sculture, solitamente non esposte al pubblico, dai ricchissimi depositi del museo.

Margaret Bourke-White. Palazzo Vecchio, p.zza della Signoria, fino al 17 febbraio.
Omaggio a una figura mitica della storia della fotografia, reporter eroica di "Life" e di "Fortune", autentica fuoriclasse della fotografia sociale e d'architettura.

Volti di marmo. Le antichitÓ di Palazzo Medici-Riccardi. Pal. Medici-Riccardi, v. Cavour, fino al 31 marzo 2002.
Non pi¨ visibili da quasi trent'anni, vengono riproposte al pubblico ventidue sculture della raccolta Riccardi, uno dei pi¨ affascinanti musei barocchi di arte antica.

Genova
Kandinskij Vrubel' Jawlenskij. Passaggio in Liguria. Palazzo Ducale, p.zza Matteotti 9, fino al 17 febbraio 2002, orario 9-21, chiusa lunedý, tel. 010 5574000.
Artisti russi in Liguria al sorgere delle avanguardie, negli anni a cavallo tra Otto e Novecento.

Milano
Kurt Schwitters (1887-1984). Opere dalle collezioni dello Sprengel Museum di Hannover. Padiglione d'arte contemporanea, v. Palestro 14, fino al 27 gennaio 2002, orario 9.30-19.30, chiusa lunedý, tel. 02 79009085.
Centotrenta opere dell'artista contemporaneo tedesco, esponente del "modernismo classico".

Napoli
Lucio Del Pezzo. Alfabeto di segni e di sogni. Castel dell'Ovo, fino al 31 gennaio 2002, orario 10-17.30, domenica 10-12.30, tel. 081 403344.
Protagonista del "Gruppo 58", l'accolita dei pittori "nuclearisti", artista versatile e polimaterico, tra pittura, scultura, scenografia e installazioni.

Palermo
Wunderkammer siciliana. Alle origini del museo perduto. Galleria Regionale di Palazzo Abatellis, v. Alloro 4, fino al 31 marzo 2002, orario 9-14, martedý e giovedý 9-14/15-20, domenica 9-13.30, tel. 091 6090308.
"Meraviglie", raritÓ e raffinatezze in duecento prodotti delle manifatture europee tra XVI e XVIII secolo.

Rivoli (Torino)
Form follows fiction. Forma e finzione nell'arte di oggi. Museo d'arte contemporanea, p.zza Mafalda di Savoia, fino al 27 gennaio 2002, orario 10-17, sabato e domenica 10-19, tel. 011 9565220.
RealtÓá e artificio nella riflessione di alcune personalitÓ affermatesi nell'ultimo decennio, come Vanessa Beecroft, Franz Ackermann, Gabriel Orozco.

Roma
I Giustiniani e l'antico. Istituto Nazionale per la grafica, Palazzo Fontana di Trevi, v. Poli 54, fino al 27 gennaio 2002, orario 10-19, chiusa lunedý, tel. 06 692050205.
I pezzi pi¨ belli della raccolta di antichitÓá di Vincenzo Giustiniani nelle riproduzioni incise a bulino che il marchese commission˛ intorno al 1630 ad artisti come Giovanni Lanfranco, Giovan Francesco Romanelli, Claude Mellan e Cornelis Bloemaert.

La campagna romana da Hackert a Balla. Museo del Corso, v. del Corso 320, fino al 24 febbraio 2002, orario 10-20, chiusa lunedý, tel. 06 6786209.
Cento interessanti opere, tra cui spiccano Coleman padre e figlio, Sartorio e Cambellotti, sul tema della campagna romana, in un ordinamento discutibile.

Mario Schifano tutto. Galleria Comunale d'arte moderna e contemporanea, v. Reggio Emilia 54, fino al 31 marzo 2002, orario 9-19, domenica 9-14, chiusa lunedý, tel. 06 67107900.
Trenta opere articolate in tre percorsi, a rappresentare l'intera gamma della vastissima e longeva produzione dell'artista, pittore impetuoso e fluviale.

Oltre il frammento. Forme e decori della maiolica medievale orvietana
. Museo di Palazzo Venezia, v. del Plebiscito 118, fino al 31 gennaio 2002, orario 9-19, chiusa lunedý, tel. 06 69994319.
Versatori, boccali, piatti, ciotole, tazzine e altri manufatti in maiolica, realizzati e riccamente decorati da artefici di area umbro-laziale nel Medioevo.

Siena
Interferenze. Palazzo delle Papesse, fino al 20 gennaio 2002.
Poca pittura, tantissima videoarte, tra natura ambigua e surreale, vuoti profondi e interminati silenzi: diciassette artisti contemporanei provenienti da Finlandia, Svezia, Norvegia, Danimarca, Islanda.

Torino
Astratta. Dalla collezione Antonio Calderara. Pal. Cavour, v. Cavour 8, fino al 3 marzo 2002, orario 10-19.30, giovedý 10-22, chiusa lunedý, tel. 011 530690.
Cinquanta artisti, tra cui Sonia Delaunay, Arnaldo Pomodoro, Osvaldo Licini, per cento opere provenienti dalla fondazione Calderara.

Domenico Morelli. Il pensiero disegnato. Galleria d'Arte Moderna, fino al 3 febbraio 2002, orario 9-19, chiusa lunedý, tel. 011 5629911.
Inedito e ricchissimo corpus di disegni, lascito al museo del nipote dell'artista napoletano, grande protagonista dell'Ottocento italiano, a un secolo esatto dalla morte.

L'oro di Siena. Il tesoro di Santa Maria della Scala. Palazzo Madama, Salone del Senato, fino al 3 marzo 2002, orario 10-20, sabato 10-23, chiusa lunedý, tel. 4429912.

Quarantadue raffinate opere di oreficeria del tesoro di Santa Maria della Scala, datate tra il X e il XIII secolo, realizzate con paste vitree, metalli filigranati, pietre preziose.


Treviso

Gino Rossi, Arturo Martini e gli altri. Il "cenacolo" di Bepi Mazzotti. Museo Civico Luigi Bailo, Borgo Cavour 24, fino al 27 gennaio 2002, orario 9-12/14.30-17, tel. 0422 658442.

La figura di Giuseppe Mazzotti attraverso i pittori e gli scultori da lui incoraggiati e promossi nella Treviso del secolo scorso.

Verona
L'onore delle armi. La collezione del Museo di Castelvecchio. Museo di Castelvecchio, corso Castelvecchio 2, fino al 7 aprile 2002, orario 9-18.30, chiusa lunedý, tel. 045 8005817.
Armi bianche e da fuoco, civili e militari, in un percorso a ritroso dalla guerra in Eritrea del 1890 alla Repubblica di Venezia del XVI secolo.