Le risposte della redazione
a cura di Margherita Zalum



Salve a tutti!
Scrivo dal Brasile e pi precisamente da Brasilia. Sono qui da sei anni e studio arti visuali e storia dell'arte all'universit di Brasilia. E' stata per me una vera sorpresa scoprire quello che un Paese come il Brasile (valorizzato la maggior parte delle volte solo per il calcio e il  carnevale) pu offrire a livello di storia dell'arte. Ho avuto la fortuna di poter studiare e conoscere la produzione artistica degli indios dell'Amazzonia, le bellissime chiese dell'epoca barocca nella zona centrale del Brasile, l'architettura futurista di Brasilia (citt dove abito attualmente) e mi sento una persona privilegiata.
Il Brasile un "territorio inesplorato", pochi stranieri si inoltrano a percorrere il cammino della sua storia dell'arte ... Personalmente posso per assicurarvi una cosa: una volta intrapreso questo cammino non si vuole pi tornare indietro!                 
Un saluto dal Brasile   
Lisa.

Ciao Lisa,
la tua lettera ci ha molto colpito perch, quando ci arrivata, avevamo avuto da pochi giorni l'occasione di seguire un breve ciclo di conferenze tenute nel nostro Dipartimento dal prof. Luigi Migliaccio, anch'egli trapiantato in Brasile e studioso della storia dell'arte brasiliana. Le conferenze ci hanno aperto gli occhi sull'orizzonte sconfinato di un mondo interessantissimo, quale deve essere quello di cui anche tu ti occupi, e quindi non facciamo fatica a credere in quello che dici. Anzi, ti ringraziamo per le tue parole di entusiasmo: fa bene sentire la voce di persone cos appassionate di quello che fanno. E poi siamo lusingati che la nostra giovane rivista sia arrivata cos lontano!!



Per prima cosa: tantissimi complimenti!!
Mi presento, sono Manuela, neolaureata di Conservazione dei beni culturali a Parma, e navigando su internet per cercare informazioni nei vari Atenei per i corsi post-lauream sono stata rapita dalla vostra rivista!.. E' veramente interessante, non solo per gli argomenti trattati, ma per la forte attinenza alla contemporaneit e la vostra capacit di problematizzare senza trasformare in polemica le considerazioni sui temi da voi svolti.
La mia tesi di Laurea stata sul cinema, in particolare sulla Commedia all'italiana ed in specifico sul Sorpasso, di Risi. Ora mi sento un po' spaesata, mi piacerebbe continuare a studiare, ed ho pensato di rivolgermi a voi in quanto sono stata colpita dal vostro modo vivace di vivere l'arte e di trasmetterla!! Mi piacerebbe avere informazioni su come si svolge da voi il dottorato in Storia dell'arte e se possibile partecipare al bando di concorso anche se non si ha frequentato l'Universit a Pisa. Spero di ricevere notizie da voi: per ora vi ringrazio; un saluto da Bergamo!!!
Manuela

Grazie mille dei complimenti che ci fai, a nome di tutta la redazione: ci fanno particolarmente piacere perch dicono esattamente quello che volevamo sentire!
Quanto alla formazione post-lauream, i bandi per i concorsi di dottorato escono sulla Gazzetta Ufficiale: il concorso si svolge in genere all'inizio dell'autunno ed aperto a tutti i cittadini italiani in possesso di una laurea e di una manciata di altri requisiti (specificati in ogni bando). Non ha assolutamente importanza la citt di provenienza, anzi, negli ultimi anni sono state ammesse molte persone che avevano studiato in Universit diverse da Pisa.
Penso ti faccia piacere sapere che tre anni fa stato bandito per la prima volta un concorso apposito per il dottorato in discipline dello spettacolo, teatro e cinema, separato da quello in storia dell'arte, pi "tradizionale"; purtroppo, non so dirti esattamente con quale frequenza questo si ripeta.
Il concorso prevede la presentazione di un progetto di ricerca e comprende una prova scritta e, eventualmente, una prova orale, che verter sulla correzione dell'elaborato, sulla discussione del progetto e sulla lingua straniera ( necessario conoscerne almeno una).
Superato il concorso, oltre a dedicarsi alla propria ricerca, i dottorandi sono tenuti a seguire alcune lezioni e conferenze organizzate dal dipartimento, ma non posso essere pi precisa perch di anno in anno le modalit e l'organizzazione cambiano.
Spero di esserti stata utile e scrivici ancora!