La cattedrale tascabile
di Raffaella Pastore


Enrico Castelnuovo,
La cattedrale tascabile. Scritti di storia dell'arte,
Livorno 2000, £ 70.000

Se le scelte che la vita impone spesso ci costringono ad accantonare alcuni dei nostri numerosi interessi e a privilegiarne altri, ci sono momenti in cui, sull'onda di uno stimolo percettivo forte, incisivo, questi interessi tornano prepotenti a noi, facendo riaffiorare antiche passioni sopite ma mai spente e magari un po' di rimpianto per aver scelto, del bivio, un'unica via.
E' quello che mi è successo immergendomi nella lettura di questa raccolta di saggi di uno dei più grandi studiosi contemporanei di arte medievale: Enrico Castelnuovo; la densità e la significatività di queste pagine mi hanno davvero riportato al mio grande amore di studentessa per i cosiddetti "secoli bui", abbandonati poi per vicissitudini di percorso, ma evidentemente sempre pronti a rifare capolino nella mia coscienza curiosa….
In effetti il volume, che ha raccolto a circa un anno dalla sua pubblicazione numerosissimi consensi da parte del pubblico e della critica, costituisce una sorta di intelligente
summa dei grandi temi affrontati con coerenza e rigore dallo studioso nell'arco di circa quarant'anni, dai primi saggi dedicati alla scoperta dell'universo artistico avignonese apparsi su "Paragone" negli anni '50, ai "gloriosi" interventi degli anni '60 sotto l'egida di Einaudi, fino a scritti di carattere diverso, anche giornalistico, risalenti ad anni più recenti.

Torna all'inizio
In libreria